10.3 C
Pordenone
venerdì 16 Aprile 2021
HomeNEWS Albo OdontoiatriCAO FROMCeO di Pordenone: riconfermato Alessandro Serena

CAO FROMCeO di Pordenone: riconfermato Alessandro Serena

Il presidente della CAO di Pordenone, Alessandro Serena è stato riconfermato presidente regionale delle Commissioni Albo Odontoiatri del Friuli Venezia Giulia .

“L’impegno per il prossimo quadriennio – precisa Serena – sarà quello di  continuare la collaborazione tra libera professione, associazioni di categoria  ed odontoiatria pubblica, rappresentata dal prof. Roberto di Lenarda. Un rapporto che in questi anni si è caratterizzato con reciproca fiducia, rispetto e stima, che ci ha permesso di raggiungere importanti risultati come aver aumentato la credibilità della categoria. Ricordo la recente ed importantissima condivisione da parte dei referenti politici regionali affinchè ci fosse l’inserimento prioritario degli odontoiatri e del personale di studio all’interno del programma di vaccinazioni anti Covid-19, o il recepimento del DPCM relativo alle ASO, (assistenti di studio odontoiatrico) che, ha permesso di trovare con i decisori politici soluzioni innovative”.

Per il neo presidente della Commissione Albo Odontoiatri, l’obbiettivo per il prossimo futuro, definito “prioritario”, sarà quello di portare l’odontoiatria libero professionale a diventare uno dei pilastri della sanità territoriale.

“Siamo medici – sottolinea Serena – capillarmente distribuiti sul territorio regionale con oltre ottocento studi. Ogni giorno vediamo migliaia di pazienti e crediamo di poter contribuire  attivamente alla tutela della salute dei nostri concittadini e non essere visti solo come professionisti che si occupano della cura dei denti”.

La recente pandemia ha evidenziato quanto sia necessario lo sforzo di tutti gli attori sanitari e, la categoria degli odontoiatri ha in questi mesi dimostratoto sempre la propria disponibilità ad eseguire limitatamente ai loro pazienti i test rapidi naso faringei, chiesto di poter avere accesso ai servizi informatici della sanità regionale per segnalare i casi di positività, ecc. ecc.  Ad oggi, gli odontoiatri sono disponibili ad eseguire le vaccinazioni in qualità di vaccinatori, su base volontaria, o a collaborare secondo le necessità logistiche presso le strutture sanitarie abilitate, per rafforzare ed implementare un piano vaccinale.

“Da poco è iniziata una collaborazione importante con l’ ADAO (associazione disturbi alimentari e obesità) – conclude il neo presidente – per una formazione integrata tra odontoiatri, medici di medicina generale e pediatri. Noi siamo tra i primi assieme ai colleghi sopra citati, ad intercettare i sintomi precoci di queste patologie. La diagnosi precoce, la terapia multidisciplinare sono fondamentali per un percorso di cure più breve e meno doloroso per tutti”.

Post Preferiti